Sostenibilità JOWA: tutto il piacere del gusto con la coscienza pulita

Per la JOWA la sostenibilità è essenziale come il burro per una treccia

Impegno JOWA: partnership con IP-Suisse.

Con la strategia per la sostenibilità, la JOWA è pronta per il futuro. La JOWA è un partner responsabile verso le persone, l'ambiente e l'economia. Con i suoi prodotti squisiti e di alta qualità supporta uno stile di vita consapevole e sano; è un datore di lavoro esemplare, che utilizza le materie prime in modo sostenibile e le energie rinnovabili con la massima efficienza. Per raggiungere questi obiettivi, la JOWA utilizza un rigoroso sistema di gestione della sostenibilità conforme alla norma ISO 14001. Inoltre, la JOWA ha lanciato numerose iniziative finalizzate a ottimizzare l'intera catena del valore in termini di sostenibilità.

In sintonia con l'impegno per la sostenibilità della M-Industria

La M-Industria mette in atto una comune strategia di sostenibilità con obiettivi ben definiti per il 2020 e innovative visioni per il 2040. Entro il 2040 la M-Industria mira a utilizzare esclusivamente materie prime sostenibili ed energie rinnovabili, riciclando tutti i rifiuti. Entro il 2020 la M-Industria si è prefissata oltre 40 obiettivi, il cui raggiungimento viene verificato di anno in anno. La JOWA ha introdotto 31 di questi obiettivi nella propria strategia di sostenibilità e fornisce un contributo attivo impegnandosi in ogni fase dell'intera catena di creazione del valore.

Sito sulla sostenibilità M-Industria Infografica sul Programma di sostenibilità dell’industria Migros

Volketswil 11.07.2017 – Il troppo stroppia: l'obiettivo prioritario di JOWA è di evitare gli eccessi alimentari. Nonostante tutti gli sforzi ci sono sempre notevoli quantità di prodotti alimentari commestibili che non raggiungono la vendita. Però è bene che siano utilizzati. Perché ciò che uno ha di troppo, manca all'altro.

 

Food Bridge è una piattaforma online che fa incontrare la domanda e l'offerta. Le imprese alimentari come JOWA offrono sulla piattaforma la loro merce in eccesso, con descrizione e condizioni, e le organizzazioni di pubblica utilità possono acquistarla per intero o in parte. Così l'offerente e l'acquirente si incontrano in modo rapido e semplice e gli alimenti vengono puntualmente consumati.

 

JOWA si è impegnata come impresa pilota già nella fase di test e dal lancio della piattaforma avvenuto circa sei mesi fa è offerente attiva. Il panificio regionale Gränichen ha offerto finora 20 tonnellate di merce ed è riuscito a cederne 17 a istituzioni di pubblica utilità. A Volketswil si sono potute consegnare sette tonnellate su dieci.

Volketswil 23.03.2017 – Come principale panetteria in Svizzera, la JOWA investe in un approvvigionamento energetico sostenibile e orientato al futuro. Dopo un tempo di costruzione senza problemi di solo otto mesi, JOWA attiva a Gränichen la nuova centrale termica a legna. 3‘000 tonnellate di CO2 all'anno – a tanto ammonta il risparmio energetico ottenuto da JOWA. Ciò corrisponde al consumo medio annuo di energia di 566 famiglie di quattro persone. Proprio come dice il motto della sostenibilità «Tutto il piacere del gusto con la coscienza pulita».

 

La centrale termica a legna garantisce la continua fornitura di calore nella vecchia e nella nuova costruzione e copre oltre il 60 per cento del fabbisogno di energia termica di tutto il panificio regionale di Gränichen. Per i picchi di utilizzo di energia si continuerà a utilizzare gas naturale. La legna da ardere che viene utilizzata nella centrale termica a legna proviene da boschi della regione gestiti in modo sostenibile. Il riscaldamento a legna è neutrale in termini di CO2 . Infatti, la combustione del legno libera nell’atmosfera la stessa quantità di CO2 che viene sottratta da questa dagli alberi durante la loro crescita.

 

La centrale termica a legna è il primo progetto finanziato attraverso il fondo di sostenibilità della M-Industria. La direzione generale di MGB aveva approvato nel luglio 2015 la proposta di investimento di oltre sette milioni di franchi.

Comunicato stampa JOWA

Volketswil 09.03.2017 – il WWF ha sottoposto i 15 produttori alimentari svizzeri con i fatturati più elevati a un rating ambientale, pubblicandone i risultati. Fra le imprese analizzate ci sono quattro aziende della M-Industrie, tra cui anche JOWA. Tutte le aziende della M-Industrie si sono posizionate nel gruppo di testa, con la valutazione di aziende "ambiziose".
Aloisia Predota, responsabile sostenibilità presso JOWA, si rallegra per il buon risultato: "La valutazione del WWF è molto approfondita e richiede sempre prove convincenti. Il risultato ci conferma che attraverso la strategia di sostenibilità affrontiamo i temi giusti e, con il nostro sistema di gestione, siamo in grado di attuarli in modo sistematico".
Comunicato stampa del WWF

Oltre il 90% dei cereali che JOWA utilizza per il proprio pane e prodotti da forno proviene da aziende agricole svizzere certificate secondo gli standard sostenibili di IP-Suisse: così facendo, contribuiamo a sostenere la biodiversità sul territorio elvetico. La JOWA stabilisce insieme ai produttori IP-Suisse i quantitativi indicativi, il mix di varietà di cereali, la panificabilità e i premi per un arco di diversi anni.

I cereali IP-Suisse vengono prodotti conformemente alle seguenti direttive:

  • sistema a punti per promuovere la biodiversità
  • nessun uso di fungicidi, insetticidi e regolatori della crescita
  • minimo ricorso a prodotti fitosanitari
  • specifico mix di cereali derivante da varietà svizzere con le migliori caratteristiche di panificabilità

Il contratto di coltivazione attualmente in vigore è stato stipulato per gli anni dal 2013 al 2018, al fine di garantire alle aziende agricole svizzere la sicurezza della domanda e di promuovere metodi di coltivazione sostenibili.

Al sito IP-Suisse
Attualmente, la JOWA è già la maggiore azienda formatrice nel settore della panetteria svizzera. Entro il 2020 intende offrire una formazione di qualità a 145 apprendisti.

Dal 2012 sono stati creati 26 nuovi posti di apprendistato. Attualmente la JOWA offre circa 140 posti di apprendistato in diversi ambiti professionali, all'insegna della varietà e della qualità, che costituiscono i principi chiave in materia di formazione e perfezionamento. Gli apprendisti della JOWA raggiungono regolarmente qualificazioni nazionali agli esami finali, piazzandosi nelle migliori posizioni ai concorsi; ad esempio, il progetto di un apprendista polimeccanico AFC è arrivato primo al concorso 2015 di myclimate.
Entro il 2020 ridurremo i nostri imballaggi del 10% per ogni kg di prodotto.
La JOWA realizza numerosi progetti che puntano a ridurre il packaging in generale, impiegare più materiali di confezionamento riciclati e incrementare l'utilizzo di materie prime rinnovabili. In questo modo già nel 2012 si è ottenuta una riduzione dell'8%.

Un esempio: le porzioni di crostata sono vendute all'interno di blister in plastica; oggi per la produzione dei blister si ricorre a PET riciclato (rPET) ricavato da bottiglie in PET usate. La quota di rPET impiegata nei blister per tranci si aggira attualmente intorno all'80%.
 

Deliziosi prodotti JOWA abbinati a marche famose

Il meglio di due mondi...
DE | FR | IT